Ottobre 2016

Qualità degli impianti idrosanitari: Pressfitting in acciaio a confronto con il multistrato

Sentiamo sempre più spesso parlare del multistrato come alternativa semplice ed economica, rispetto ai sistemi pressfitting in acciaio. Eccovi alcuni argomenti che possono mettere in dubbio queste affermazioni, a cominciare dalla qualità dell'impianto e dell'acqua che beviamo, per finire poi col fare i "conti"… listini in mano.

Nuove tecnologie vengono introdotte ogni giorno, anche nel settore idrotermosanitario. Novità e semplificazioni rispetto al passato, non sempre sono sinonimo di una migliore qualità.
Ciò che può andare bene per la veloce ristrutturazione del bagno di casa, potrebbe non essere la soluzione migliore, per realizzare gli impianti sanitari di un condominio di pregio.

Il multistrato è venduto in matasse, è difficile realizzare lunghi tratti di rettilineo in modo uniforme. Una volta stesi, infatti, i tubi realizzati in materiali compositi non rimangono mai del tutto dritti, caratteristica che va anche a discapito della portata dell'impianto. Infatti molti installatori, per sopperire alla minore portata, devono spesso posizionare il tubo in obliquo, aumentando la pendenza del circuito.

Se lasciati a vista, le tubazioni realizzate in materiali plastici, sono esteticamente poco attraenti da vedere.


Resistenza delle istallazioni idrauliche all'esterno degli edifici


Il pressfitting in acciaio inox AISI 316L è resistente alle intemperie ed è anche molto bello da vedere.

1. Resistenza

Le tubazioni realizzate con materiali misto plastica sono meno resistenti alle condizioni climatiche e a eventuali urti. Possono, inoltre, essere facilmente deteriorate dai raggi UV. Anche se esistono tipologie denominate "resistenti ai raggi UV", non ci sono prove pratiche effettive di come e quanto "resistano".


2. Temperature massime

Le tubazioni prodotte in materiale composito, possono essere utilizzate, salvo rare eccezioni, soltanto con fluidi la cui temperatura massima non superi i 70 gradi °C.
Il pressfitting in acciaio, per gli impianti di acqua sanitaria e riscaldamento, è omologato fino a 120 °C, arrivando ai 180 °C per le applicazioni speciali.


3. Salvaguardia dell'acqua potabile

Ogni produttore di multistrato è libero di utilizzare i materiali e gli standard che ritiene più opportuni. Fabbricanti poco attenti alla salute dei propri utenti, potrebbero preferire materie prime più economiche, rispetto ad altre maggiormente sottoposte a test di laboratorio, e quindi più costose.


Come è fatto il tubo  multistrato


Questi sistemi sono formati da più elementi in materiale plastico e alluminio, uniti insieme da strati di colla. In caso di deterioramento dei materiali, esiste la possibilità che questi collanti possano entrare in contatto con l'acqua che beviamo?

Ad oggi non esistono test sul lungo periodo, in grado di garantirci che i materiali plastici non possano rilasciare nell'acqua potabile che conducono, sostanze dannose per la salute umana.



L'acciaio inox è utilizzato da più di 100 anni, le sue notevoli doti riguardo alla conduzione dell'acqua per il consumo umano, sono ormai ben documentate.


4. Costo dei raccordi

Per l'idraulico e per i proprietari degli impianti deve essere chiaro se, l'apparente risparmio economico relativo a una rete idraulica in materiali compositi, sia poi così effettivo, rispetto al pressfitting in acciaio.

Sembra infatti, esplicito che delle tubazioni curvabili a mano, senza bisogno di raccordi curvi, possano rendere "più economico" il prezzo dell'impianto:


Raccordi con diametro inferiore al 35

I raccordi per il multistrato prodotti nei diametri inferiori al 35, spesso possono causare delle perdite, soprattutto nei sistemi dove la compressione avviene soltanto tra due strati in plastica (senza rinforzi in metallo). A volte basta un breve sbalzo di pressione o temperatura, per innescare una rovinosa perdita.


Raccordi con diametro superiore al 35

I raccordi sopra i diametri 35 mm invece, devono utilizzare un complicato rinforzo in metallo (spesso ottone) per resistere alle semplici pressioni nominali. Questa complicazione dei raccordi multistrato aumenta notevolmente i costi della loro produzione.


Analizzando quindi i listini prezzi dei raccordi in materiali plastici rinforzati, rispetto ai listini dei pressfitting in acciaio, troverete che, paradossalmente, i primi, al di sopra di un certo diametro, costano di più degli equivalenti diametri realizzati in acciaio.



5. Spessore delle tubazioni

Il pressfitting in acciaio utilizza tubazioni a parete sottile, il tubo in materiali plastici rinforzati, a parità di diametro esterno con il tubo pressfitting, ha un diametro interno molto più ristretto. Con lo stesso diametro esterno quindi, il pressfitting in acciaio ha molta più portata.


6. Utensili di pressatura

Ogni marca di raccordi per i materiali plastici compositi, tende ad avere le proprie attrezzature di pressatura, un idraulico che sceglie di usare questi raccordi, spesso è vincolato ad una sola marca.
Con il pressfitting in acciaio invece, può essere possibile utilizzare le stesse pressatrici, ganasce e catene, per diverse marche di raccordi (seguite sempre al riguardo le istruzioni presenti nei rispettivi manuali tecnici).

Qual è quindi la bussola da seguire per la scelta del sistema più adatto alla realizzazione del nostro impianto idraulico?

Fate attenzione alle trappole del finto risparmio e alla semplicità che può mascherare una bassa qualità…
Andate sul sicuro e scegliete un sistema pressfitting in acciaio!




Le altre news:
1. Nuovo Video: Il pressfitting per le applicazioni idrauliche industriali
2. La corretta distanza tra i raccordi pressfitting e gli spazi di manovra per i terminali di pressatura
3. Speciale fotografico: nuova sala test Eurotubi Pressfitting
4. Qualità degli impianti idrosanitari: Pressfitting in acciaio a confronto con il multistrato
5. Il ruolo del Pressfitting per l’efficienza della climatizzazione nell’edilizia sostenibile
Torna all'indice

Hai una referenza d'installazione Eurotubi Pressfitting da segnalarci?

Saremmo onorati di pubblicarla, segnalando se vi fa piacere, la vostra struttura commerciale!
SCRIVICI